Gli alberi di Olère: a voi uno dei nostri Coratina

Gli alberi di Olère: a voi uno dei nostri Coratina

0010267, GIOVANE ULIVO CHE CONTRIBUIRÀ ALLA CREAZIONE DELL’OLIO EXTRAVERGINE

Nel nostro primo articolo vi abbiamo presentato 0417929, uno dei nostri ulivi, e tramite lui abbiamo parlato un po’ anche di tutti i suoi compagni ogliarola nella masseria Olère. Anche grazie a questo blog e ai canali social, i nostri splendidi amici millenari sono stati i veri protagonisti della raccolta che c’è stata dal 2 al 7 novembre.

Dato che non vogliamo creare disparità di sorta, ci sembra giusto farvi conoscere anche 0010267 (questa volta siamo stati noi a dargli un “nome”, gli alberi giovani ancora non ne hanno uno), uno dei nostri ulivi coratina, che si è autoeletto “capoclasse”. Ah, l’intraprendenza e l’entusiasmo dei “ragazzi”!

coratinaolere
Nome: 0010267
Tipologia: Coratina
Altezza: 4 m
Diametro: 17 cm
Età: 15 anni
Dono/Frutto: 4 grammi di delizia
Segni particolari: mediamente vigoroso

Gli alberi coratina di Olère sono decisamente più giovani degli ulivi ogliarola ma, come ci racconta 0010267, hanno un portamento espanso che li rende altrettanto orgogliosi. La loro chioma frondosa va potata circa ogni due anni, un’attenzione molto gradita da 0010267, che ci tiene a essere sempre in ordine per poterci donare i suoi frutti migliori.

0010267 è anche molto legato alle sue origini: sa che la varietà coratina,  a cui appartiene, è pugliese, ed è così apprezzata da avere indotto gli uomini a piantare tanti fratelli nella provincia di Bari e nel nord Salento.

Del resto come potrebbe essere altrimenti? I suoi frutti pesano ben 4 grammi ciascuno e hanno una resa in olio eccezionale! Da lui otterremo fino a 25 kg di olive, almeno quest’anno (non gli diremo che gli ogliarola ne hanno resi anche 200 ciascuno: non vogliamo spegnere il suo entusiasmo e del resto confidiamo che i chili che produrrà aumentino in futuro!).

 

COME SARÀ IL NOSTRO OLIO PUGLIESE DI CORATINA?

Il motivo per cui 0010267 è così orgoglioso di donarci le sue olive è, naturalmente, l’olio che ne ricaveremo: sarà un fruttato medio, con sentore evidente di mandorla accompagnato da sfumature di carciofo, e avrà un colore giallo con riflessi verdi.

Non sarà solo ricco di sapore. Oltre al delizioso gusto, che avrà una decisa nota di amaro accompagnata da un buon piccante, l’olio di monocultivar coratina avrà eccezionali caratteristiche chimiche e organolettiche:

  • un valore di acidità molto basso;
  • un elevato contenuto in acido oleico, alleato importante nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, in quanto libera le arterie dal colesterolo cattivo e potenzia invece il fattore HDL, il “colesterolo buono”;
  • il più alto contenuto in polifenoli fra tutte le cultivar esistenti, noti per avere un’azione anti-invecchiamento in quanto combattono i radicali liberi;
  • altre e numerose sostanze antiossidanti.

Per mantenere queste elevate proprietà, così come abbiamo fatto per la l’ogliarola, procederemo a una raccolta precoce (2-5 dicembre) che garantisce l’ottima qualità dell’olio a fronte di una minore resa delle olive.

0010267 sa che il suo olio, oltre ad avere proprietà quasi “medicinali”, offre alta resistenza all’irrancidimento ed è dunque destinato a durare nel tempo: da esemplare giovane qual è, ci tiene a farsi notare anche per l’affidabilità.

E, anche in questo caso, non vediamo l’ora di assaggiare il risultato del suo impegno.